Polizia Municipale, missione terremoto: due operatori del Corpo Unico dell'Unione Terre di Pianura al lavoro in Centro Italia - Terre di Pianura, Unione dei Comuni

Vai ai contenuti principali
 
Terre di Pianura, Unione dei Comuni
 
Sei in: Home / News / Polizia Municipale, missione terremoto: due operatori del Corpo Unico dell'Unione Terre di Pianur...  

Polizia Municipale, missione terremoto: due operatori del Corpo Unico dell'Unione Terre di Pianura al lavoro in Centro Italia

 
 

 

Sono pronti a partire: dal 13 dicembre, per sette giorni, due operatori del Corpo Unico della Polizia Municipale dell'Unione Terre di Pianura saranno distaccati a Caldarola (MC) in supporto ai cittadini afflitti dalle conseguenze dei terremoti di agosto e ottobre.
Il territorio comunale in cui opereranno ha una dimensione di circa 30 chilometri quadrati, in zona collinare/montuosa elevandosi dai 259 ai 1148 metri di altitudine.

Ecco, nel dettaglio, di cosa si occuperanno:

  • vigilanza e presidio del territorio con particolare presidio agli ingressi delle "zone rosse";
  • prossimità ed assistenza alle persone colpite dal sisma;
  • sopralluoghi in aree danneggiate dal sisma in tutte le 5 frazioni di cui si compone il territorio comunale;
  • prevenzione/repressione reati predatori;
  • sicurezza e sorveglianza interna del Campo;
  • viabilità in ausilio a scorta tecnica ai mezzi ed alla movimentazione di strutture di Protezione Civile;
  • cura e soccorso animali da affezione presenti ed eventualmente abbandonati;
  • servizio front-office presso l'ufficio P.M. istituito presso il Campo C.O.C.;
  • viabilità e stazionamento in loco nei punti di criticità del sistema viabilistico comunale con fermo dei veicoli ed identificazione soggetti;
  • notifica ordinanze d'inagibilità e revoca delle stesse;
  • controllo della segnaletica provvisoria con eventuale ripristino;
  • recepimento di eventuali istanze/problematiche dei cittadini.

Gli Operatori P.M. saranno dotati di un automezzo di servizio con trazione integrale, e ricetrasmettenti: un servizio effettivo sul campo.
Saranno alloggiati in una struttura appositamente allestita in seguito all'evento sismico, con vitto direttamente fornito dalla cucina del Centro di accoglienza.
Dal 15 gennaio al 28 febbraio un altro contingente condurrà un'ulteriore settimana in un territorio che verrà definito dal Centro di Coordinamento Regionale di Protezione Civile.

 

Nelle foto il passaggio di consegne tra il contingente in arrivo, con la nostra PM, e il contingente in uscita.

 

foto2

 

foto1

 

foto4

 

foto5

 

foto6

 

foto7

 

foto8